Tag Archive | "moody’s"

Tags: , , ,

CRISI – MOODY’S: PER IMPRESE EUROPEE 2013 ANCORA DIFFICILE

Posted on 06 dicembre 2012 by redazione

Pesa debito eurozona e basso pil, rischio contagio a nord Europa (ANSAmed) – ROMA, 6 DIC – Sarà un 2013 ancora difficile per le imprese non finanziarie europee, del Medio Oriente e dell’Africa (Emea). È quanto stima Moddy’s in un rapporto secondo cui a pesare saranno «l’ininterrotta crisi del debito sovrano dell’eurozona e una crescita debole o negativa del Pil» che comporteranno nuovi tagli di rating. Per l’agenzia inoltre «la divergenza nei risultati operativi tra le società con maggiore esposizione verso i mercati dell’Europa meridionale e quelle con maggiore esposizione verso l’Europa settentrionale rimane elevata, come indicato ad esempio dai risultati di Fiat (Ba3 negativo) o Telefonica (Baa2 negativo). Moody’s fa anche presente che il rischio di un contagio economico da Sud a Nord Europa sta aumentando».

Commenti disabilitati su CRISI – MOODY’S: PER IMPRESE EUROPEE 2013 ANCORA DIFFICILE

Tags: , , ,

CRISI – MOODY’S: FED POSITIVA PER MERCATI E USA, CON ALLENTAMENTO MONETARIO COSTI FINANZIAMENTO PIÙ BASSI

Posted on 17 settembre 2012 by redazione

Il nuovo, terzo, round di allentamento monetario della Fed ha «implicazioni positive per i mercati finanziari» ed positivo per il governo americano. Lo afferma l’agenzia di rating Moody’s, sottolineando che la decisione della Fed contribuisce a ridurre i costi di finanziamento del Tesoro americano perchè la quota di entrate ferali che il governo spenderà in interessi crescerà meno di quanto non avrebbe fatto in assenza di queste politiche. Il piano della Fed comunque, continua Moody’s, «non è senza rischi»: «a un certo punto quando la crescita economica sarà salita, potrebbero esserci degli effetti sull’infrazione e sulle aspettative di inflazione il che potrebbe significare tassi di interesse più alti se la Fed non riuscirà a gestire facilmente l’uscita da queste politiche senza precedenti».

Commenti disabilitati su CRISI – MOODY’S: FED POSITIVA PER MERCATI E USA, CON ALLENTAMENTO MONETARIO COSTI FINANZIAMENTO PIÙ BASSI

Tags: , , , , , , , , ,

SPAGNA: MOODY’S MINACCIA DECLASSARE RATING – RISCHIO DOWNGRADING DI UN LIVELLO. NEL MIRINO ANCHE BANCHE

Posted on 29 luglio 2011 by redazione

L’agenzia Moody’s ha minacciato di declassare il rating sul debito sovrano della Spagna attualmente a livello Aa2, a causa dei rischi sui titoli di stato per l’incertezza sul piano di salvataggio per la Grecia, ma anche di previsioni di crescita peggiori delle attese e di un deficit delle amministrazioni regionali che potrebbe essere più alto di quanto previsto inizialmente. «Quando il valore di un debito si indebolisce, Moody’s rivaluta la capacità sovrana di fornire supporto sistemico alle banche nazionali», afferma l’agenzia in una nota, citata dal Wall Street Journal, precisando che l’eventuale downgrating sarebbe di un livello. Subito dopo l’agenzia, come di consueto, ha fatto sapere di aver messo sotto osservazione anche il rating di Bbva, CaixaBank e La Caixa e della Confederazione delle Casse di Risparmio.

Commenti disabilitati su SPAGNA: MOODY’S MINACCIA DECLASSARE RATING – RISCHIO DOWNGRADING DI UN LIVELLO. NEL MIRINO ANCHE BANCHE

Tags: , , , , , , , , , ,

Camera – Commissione Finanze: Il Governo denunci le agenzie di Rating, fanno aggiotaggio sui titoli pubblici, è giunta l’ora di istituire un’agenzie europea

Posted on 27 luglio 2011 by redazione

agenzie ratingLe agenzie di rating fanno «aggiotaggio» e «destabilizzano» il mercato dei titoli di Stato; per questo il governo italiano deve muoversi in sede europea per denunciarle alla neo costituita European Securities Market Authority (Esma). È quanto prevede una risoluzione approvata all’unanimità dalla commissione Finanze della Camera che chiede anche all’esecutivo una iniziativa in sede Ue per dare vita ad una agenzia di rating europea.

La risoluzione porta la prima firma del capogruppo del Pdl Maurizio Bernardo, ma è sottoscritta anche da esponenti del Pd e della Lega Nord ed è stata votata da tutti i gruppi. Essa fa nella sua premessa un atto di accusa alle agenzie di rating, già colpevoli all’inizio della crisi finanziaria di essere state «incapaci nel valutare con il dovuto anticipo alcune patologie registratesi con riferimento ai mutui sub prime». Ma l’atto d’accusa è più circostanziato. Esse sono viziate «da conflitti di interesse tra l’attivit… di valutazione svolta e la prestazione di servizi di consulenza nei confronti dei soggetti che emettono gli strumenti finanziari oggetto della loro valutazione»; anche perchè «i servizi di rating sono pagati dai soggetti che emettono i prodotti finanziari sottoposti al rating»; si aggiunga «il sostanziale oligopolio esistente nel mercato dei servizi di rating» e «l’insufficiente trasparenza nei meccanismi e nelle procedure per la realizzazione dei rating stessi». La commissione Finanze poi ricorda atti specifici recenti, come «la diffusione, effettuata a mercati aperti, di un comunicato di Standard and Poor’s sulla manovra correttiva adottata dal Governo italiano, prima ancora della pubblicazione del testo definitivo della manovra stessa», che ha avuto «gravi ripercussioni sull’andamento delle quotazioni in borsa»; e poi il «declassamento azzardato» da parte di Moody’s del debito pubblico portoghese «che ha prodotto effetti destabilizzanti sui mercati finanziari dell’intera zona euro».

Ecco gli impegni che la risoluzione pone al Governo: in primo luogo «contrastare in sede di Ue comportamenti sostanzialmente riconducibili ad ipotesi di aggiotaggio o simili, tra i quali alcuni recentemente posti in essere dalle agenzie di rating, suscettibili di alterare l’equilibrio e di destabilizzare i mercati finanziari e di incidere sulle condizioni di collocamento del debito, eventualmente sottoponendo la questione alla neocostituita European Securities Market Authority (Esma)», cui è affidata l’azione di vigilanza; poi far introdurre nelle normative Ue «efficaci ed effettivi meccanismi di responsabilizzazione delle agenzie di rating nel caso in cui le loro valutazioni sugli emittenti risultino scorrette o gravemente viziate, e prevedere, nel caso in cui le loro decisioni e i loro comportamenti non siano ispirati al rispetto di doverose regole di deontologia professionale, puntuali misure sanzionatorie di carattere pecuniario». Infine il Governo dovrà agire affinchè l’Unione europea «istituisca un’agenzia di rating creditizio pubblica e indipendente, al fine di controbilanciare il potere delle tre maggiori agenzie di rating e di migliorare il livello di concorrenza nel mercato dei servizi di rating, il quale è invece connotato da una pericolosa condizione di sostanziale oligopolio.

fonte: ANSA

Commenti disabilitati su Camera – Commissione Finanze: Il Governo denunci le agenzie di Rating, fanno aggiotaggio sui titoli pubblici, è giunta l’ora di istituire un’agenzie europea

Tags: , , , , , , ,

MOODY’S: SOTTO OSSERVAZIONE RATING 23 CITTÀ E PROVINCE ITALIA INTERESSATE ANCHE FINLOMBARDA E CASSA TRENTINO

Posted on 21 giugno 2011 by redazione

Moody’s mette sotto osservazione il rating di 23 fra regioni, città e province italiane per un possibile downgrade. Lo comunica l’agenzia, sottolineando che la decisione fa seguito alla messa sotto osservazione del rating sovrano dell’Italia venerdì scorso. Ad essere interessate sono: le province autonome di Trento e Bolzano, la Basilicata, l’Emilia Romagna, la Liguria, la Lombardia, le Marche, la Sicilia, la Toscana, l’Umbria e il Veneto; le province di Arezzo, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Torino; le città di Bologna, Firenze, Milano, Siena, Venezia e la Cassa del Trentino e Finlombarda.

Commenti disabilitati su MOODY’S: SOTTO OSSERVAZIONE RATING 23 CITTÀ E PROVINCE ITALIA INTERESSATE ANCHE FINLOMBARDA E CASSA TRENTINO

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis