Tag Archive | "commercio"

Tags: , , , , , , ,

COMMERCIO: CONFESERCENTI, VENDITE GIÙ, PESERÀ EFFETTO IVA

Posted on 23 settembre 2011 by redazione

«Spero che ora sia chiaro che non abbaiavamo alla luna quando di recente abbiamo manifestato la nostra contrarietà all’aumento dell’Iva». Così il presidente di Confesercenti Marco Venturi commenta il dato Istat sulle vendite al dettaglio che a luglio «vanno indietro registrando un -0,1% che rappresenta il peggior dato del 2011, che diventa -2,4% rispetto al luglio 2010». «I conti pubblici devono tornare, ma insistiamo nell’invocare tagli drastici alla rappresentanza istituzionale, non solo al Cnel, agli sprechi ed agli abusi sulla spesa pubblica», sottolinea Venturi.

Commenti disabilitati su COMMERCIO: CONFESERCENTI, VENDITE GIÙ, PESERÀ EFFETTO IVA

Tags: , , , , , , , ,

Energia – Gas: ultimatum Kiev a Mosca su prezzo gas. Premier: impossibile ingresso in unione doganale con Russia

Posted on 01 settembre 2011 by redazione

L’Ucraina vuole tentare per l’ultima volta di raggiungere un compromesso con Mosca per diminuire il prezzo per le importazioni di gas, ritenuto «svantaggioso» da Kiev. Lo ha detto il premier ucraino Mikola Azarov durante una conferenza all’università Taras Shevchenko, aggiungendo che se il tentativo non andrà in porto «certamente tutta la responsabilità per le conseguenze» che ne scaturiranno «ricadrà sui dirigenti che non vogliono ascoltare le nostre ragioni». Quello lanciato da Azarov è di fatto un ultimatum. Kiev ieri ha minacciato di ricorrere alle vie legali, e in particolare all’istituto dell’arbitraggio della Camera di commercio di Stoccolma, se la Russia non acconsentirà ad abbassare il prezzo per le forniture di gas. Ad essere messi in discussione sono i contratti del 2009 che misero fine a una guerra del gas di due settimane che lasciò al freddo mezza Europa e per i quali l’allora premier ucraina, Yulia Timoshenko, è ora imputata per abuso di potere. «Vogliamo accordi normali, non sconti», ha sottolineato Azarov. Le negoziazioni tra Mosca e Kiev includono anche un eventuale ingresso dell’Ucraina nell’Unione doganale tra Russia, Bielorussia e Kazakhstan. Kiev, temendo di compromettere la propria integrazione europea, ha più volte ribadito il proprio ‘no’ all’ingresso nell’Unione doganale guidata da Mosca, dicendosi però disponibile a creare una zona di libero commercio con la stessa, secondo una formula «3+1». Il presidente russo, Dmitri Medvedev, ha definito «impossibile» un ingresso solo parziale dell’Ucraina nell’Unione doganale, e oggi è arrivata la risposta del premier ucraino, secondo cui è «irrealistico» pensare che Kiev possa entrare nell’Unione perché‚ ciò comporterebbe una revisione di tutti gli accordi con l’Organizzazione mondiale del Commercio, di cui l’Ucraina è membro.

Commenti disabilitati su Energia – Gas: ultimatum Kiev a Mosca su prezzo gas. Premier: impossibile ingresso in unione doganale con Russia

Tags: , , , , , ,

COMMERCIO: AL VIA PIÙ GRANDE NEGOZIO VIRTUALE MADE IN ITALY Intesa siglata oggi tra ad Poste e presidente Reteitalia alla presenza sottosegretario Commercio estero

Posted on 07 luglio 2011 by redazione

Nuove opportunità per l’export italiano. Nasce oggi il progetto del piu grande ‘shopping mall ‘ virtuale per i consumatori stranieri alla ricerca del Made in Italy : darà infatti la possibilità alle nostre aziende, soprattutto quelle più piccole, di vendere on line i propri prodotti e raggiungere alla pari di quelle europee anche mercati geograficamente più lontani. Il portale ( www.madeinitaly.gov.it, online da settembre) ideato dal ministero dello sviluppo economico, realizzato da Reteitalia Internazionale ( società di servizi Ict del Mise) e gestito dal gruppo Poste Italiane e’ stato lanciato oggi con la sigla del protocollo d’intesa tra l’Amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, e il Presidente di RetItalia Internazionale, Federico Eichberg. La firma e’ avvenuta alla presenza del Sottosegretario con delega al Commercio Estero, Catia Polidori. L’accordo si inserisce nel quadro delle iniziative del Ministero delo Sviluppo economico a sostegno all’export italiano .

” Il lancio di questo portale, il più grande negozio virtuale del Made in ITALY, e’ il primo passo di una strategia in tre mosse per riavviare l’export”, ha precisato Polidori. ” Il 19 luglio infatti saranno lanciati i gruppi di lavoro in vista degli Stati generali di fine ottobre, mentre il 25 partirà l’operazione export in un click che consentirà alle imprese di bussare ad una unica porta telematica per tutti gli adempimenti burocratici necessari. E’ ora il momento di accrescere lo sforzo per creare i binari giusti in grado di veicolare il made in Italy secondo strategie e priorità di mercato”, ha concluso il sottosegretario, “se sapremo continuare in questa direzione, unendo le forze fra Istituzioni e sistema produttivo, saremo in grado di garantirci una ricetta sicura per la ripresa”.

“L’e-Commerce è uno strumento essenziale per le aziende che intendono affacciarsi sui mercati internazionali e sostenere l’export dei loro prodotti – ha detto l’Ad, Massimo Sarmi, a margine della firma dell’accordo – la partnership tra Poste Italiane e RetItalia internazionale mette a disposizione delle aziende la nostra piattaforma di commercio elettronico affidabile e sicura e offre così alle imprese un importante supporto per fare sistema e competere utilizzando la leva delle vendite via web”.

“RetItalia Internazionale, in attuazione delle linee di indirizzo del Ministero dello Sviluppo economico, intende dare il proprio contributo affinché il tessuto produttivo italiano vinca la sfida dell’export nei paesi emergenti”, ha detto il Presidente di Retitalia Internazionale Federico Eichberg, “L’e commerce può essere un veicolo di accesso per centinaia di milioni di consumatori desiderosi dell’italian way of life e questo portale consentira’ alle imprese italiane di mettersi in contatto virtuale con i visitatori, di offrire loro un campionario vasto, di trovare parter e franchisee locali. In sostanza di essere presenti sui mercati internazionali”.
Più in particolare, Poste Italiane metterà a sistema i servizi di creazione e gestione degli negozi virtuali (eShop), i servizi di marketing digitale per garantire l’affluenza di potenziali clienti all’eShop, i servizi di Web Analytics per aiutare le imprese ad imparare dal comportamento dei propri clienti e visitatori, i servizi di pagamento elettronico ed i servizi di logistica e spedizione. Inoltre, realizzerà iniziative di comunicazione e di promozione del progetto E-Trade all’interno dei 500 uffici PosteImpresa che in ogni parte d’Italia forniscono servizi su misura per le Pmi.

Il sito internet sara’ inoltre promosso attraverso un’estesa campagna pubblicitaria nei più rilevanti mercati esteri (aeroporti, grandi alberghi, networks e giornali internazionali, associazioni di categoria dei vari paesi, ecc.), e italiani.

Commenti disabilitati su COMMERCIO: AL VIA PIÙ GRANDE NEGOZIO VIRTUALE MADE IN ITALY Intesa siglata oggi tra ad Poste e presidente Reteitalia alla presenza sottosegretario Commercio estero

Tags: , , , , , , ,

COMMERCIO: CODACONS, DATO APRILE FALSATO DALL’INFLAZIONE

Posted on 24 giugno 2011 by redazione

Il rialzo delle vendite al dettaglio registrato dall’Istat ad aprile secondo il Codacons è un dato «apparentemente non negativo», che è «determinato dall’inflazione, visto che i valori resi noti oggi incorporano sia la dinamica delle quantità che dei prezzi». Infatti, in una nota, l’associazione a tutela del consumatore spiega che «nel mese di aprile l’inflazione aveva spiccato il volo, registrando un aumento dello 0,5% rispetto a marzo 2011 e del 2,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente». Inoltre, per quanto riguarda gli alimentari, «ad aprile la Pasqua ha consentito di sostenere il settore, da tempo in caduta liberà», sottolinea. Quindi, avverte il Codacons, «bisognerà attendere i prossimi mesi per verificare se si tratta di una positiva inversione di tendenza o di un dato occasionale».

Commenti disabilitati su COMMERCIO: CODACONS, DATO APRILE FALSATO DALL’INFLAZIONE

Tags: , , , , , ,

COMMERCIO: SALDI ESTIVI DA SABATO 2 LUGLIO PER 60 GIORNI QUELLI INVERNALI DA PRIMO GIORNO FERIALE PRIMA DI EPIFANIA

Posted on 22 giugno 2011 by redazione

In Umbria i saldi estivi avranno inizio dal primo sabato di luglio, mentre i saldi invernali cominceranno dal primo giorno feriale che precede l’Epifania. La durata delle vendite di fine stagione resta confermata in sessanta giorni. È quanto ha stabilito la Regione Umbria, «in conformità – si spiega dal Servizio Commercio e Tutela dei consumatori dell’ente – con quanto disposto dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome con gli ‘Indirizzi unitari delle Regioni sull’individuazione della data di inizio delle vendite di fine stagionè approvati nel marzo scorso». Con il documento, le Regioni hanno concordato di rendere omogenea in tutta Italia la data di avvio dei saldi, «al fine di favorire unitariamente misure a tutela della concorrenza». I saldi estivi avranno pertanto inizio da sabato 2 luglio, per una durata di 60 giorni calendariali. L’anticipo al primo fine settimana di luglio era già stato deciso lo scorso anno dalla Regione Umbria per facilitare gli acquisti e consentire un efficace recupero delle vendite, in un periodo di crisi per le famiglie e per il settore, accogliendo le richieste delle associazioni di categoria maggiormente rappresentative.

Commenti disabilitati su COMMERCIO: SALDI ESTIVI DA SABATO 2 LUGLIO PER 60 GIORNI QUELLI INVERNALI DA PRIMO GIORNO FERIALE PRIMA DI EPIFANIA

Tags: , , , , ,

CRISI ECONOMICA – SEMPRE PIÙ OVER 50 DIVENTANO IMPRENDITORI

Posted on 16 giugno 2011 by redazione

Con la crisi la vita da imprenditore comincia a 50 anni. Tra cassaintegrati, disoccupati e chi, a causa della crisi, ha dovuto cessare la propria precedente attività, crescono gli over 50 che scelgono di aprire una nuova impresa. In Italia solo tra le ditte individuali, sono quasi 120mila le nuove imprese aperte da settembre 2008 ad oggi con titolare over 50. In Lombardia lo stesso dato supera le 16mila nuove imprese aperte, il 18% del totale. Sono soprattutto uomini che si inventano, o reinventano, imprenditori superati i «cinquanta» : solo 1 su 4 è donna. Anche a Monza e Brianza sono in aumento gli ultracinquantenni neoimprenditori. Nell’ambito delle sole nuove imprese individuali, a Monza e Brianza da settembre 2008 ad oggi ne sono nate circa 1700 con titolare over 50, oltre il 20% del totale delle neoimprese iscritte nel medesimo arco di tempo. È quanto emerge da un’elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese. «In questo periodo di ripresa a macchia di leopardo – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza – diventa fondamentale sostenere il mercato del lavoro con interventi strutturali supplementari e dedicati sia attraverso percorsi specifici per lo start – up d’impresa sia attraverso la riqualificazione del capitale umano che rappresenta il vero valore aggiunto delle aziende che fanno dell’innovazione la principale leva di sviluppo».

Commenti disabilitati su CRISI ECONOMICA – SEMPRE PIÙ OVER 50 DIVENTANO IMPRENDITORI

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis