Tag Archive | "ambiente"

Tags: ,

AMBIENTE – AUMENTA IL RISCHIO DELLE PIOGGE ACIDE

Posted on 17 dicembre 2012 by redazione

L’azoto nell’atmosfera diminuisce e, secondo l’Università di Washington che ha condotto una ricerca presentata nei giorni scorsi nel corso della American Geophysical Union a San Francisco, da questo dipende un aumento dell’acidità nell’aria che con le precipitazioni dà luogo alle ‘piogge acidè. La diminuzione dell’azoto, secondo lo studio, è iniziata fin dalla rivoluzione industriale, lo dimostrerebbero i carotaggi realizzati in Groenlandia dove sono stati prelevati campioni di ghiaccio che comprendono un ventaglio temporale di circa 100 anni e che, analizzati in laboratorio, ‘raccontanò come era l’aria al tempo della loro formazione. Dall’esame dei campioni si è visto come il graduale accumulo di acidità nell’atmosfera abbia ricevuto un forte incremento nel 1950, quando è stato registrato un accumulo di azoto ed ossigeno composti, prodotto principalmente nella combustione ad alta temperatura, come avviene nelle centrali a carbone di potenza e nei motori per autotrasporto. Il composto (No x) nell’atmosfera si trasforma in acido nitrico aumentando ulteriormente l’acidità che a seguito delle piogge precipita al suolo.

Commenti disabilitati su AMBIENTE – AUMENTA IL RISCHIO DELLE PIOGGE ACIDE

Tags: , , , , ,

VEICOLI ELETTRICI – RENAULT AL GREEN SOCIAL FESTIVAL 2012 A BOLOGNA DAL 2 AL 5 MAGGIO PER MOBILITÀ ECO-COMPATIBILE

Posted on 02 maggio 2012 by redazione

Renault partecipa in qualità di sponsor ufficiale al Green Social Festival 2012, che si svolge a Bologna dal 2 al 5 maggio, un momento di riflessione sulle evoluzioni delle città di oggi in un’ottica di sostenibilità sociale ed ambientale. Con la sua presenza al Green Social Festival, Renault punta i riflettori sulla strategia messa in atto per fare dei veicoli elettrici una soluzione di mobilità sostenibile accessibile e concreta, già oggi sulle strade. In occasione del Green Social Festival un’apposita area Renault in via Manzoni vede esposti l’innovativo urban crosser Twizy e la furgonetta commerciale Kangoo Z.E., detentrice del titolo Van of the Year 2012. Renault è l’unico costruttore automobilistico a proporre sul mercato una gamma completa di veicoli elettrici, che comprende anche la berlina Fluence Z.E. e, dalla fine del 2012, la berlina compatta ZOE. Grazie ad un business model innovativo Renault è in grado di proporre per la prima volta veicoli elettrici a prezzi accessibili. A distinguere la soluzione di mobilità elettrica proposta da Renault, anche il noleggio della batteria, e l’innovativa logica del «One Stop Shopping», cioè l’offerta presso l’intera Rete Renault di tutti i servizi utili al Cliente.Renault illustrerà i propri programmi per uno sviluppo diffuso della mobilità elettrica anche in occasione del convegno «Impariamo a muoverci meglio: dalla pianificazione ai progetti regionali in favore della mobilità sostenibile». Il convegno avrà luogo venerdì 4 maggio dalle 14,30 alle 17 presso il Museo Medioevale in via Manzoni 4. L’impegno della Renault nella diffusione dei veicoli elettrici a zero emissioni trova nei piani sviluppati dalle amministrazioni di Bologna, e dell’Emilia Romagna in generale, un terreno fertile di sinergie per il comune intento nella diffusione di una mobilità pi— rispettosa dell’ambiente. Lo sviluppo della mobilità elettrica vede Bologna protagonista, insieme ad altre città della regione, dell’innovativo progetto «Mi muovo elettrico». Il progetto è promosso dalla Regione Emilia Romagna in collaborazione con le società energetiche Enel ed Hera, per l’introduzione di un’infrastruttura di ricarica efficiente ed interoperabile e la diffusione dei veicoli elettrici quale soluzione di mobilità eco-compatibile.

Commenti disabilitati su VEICOLI ELETTRICI – RENAULT AL GREEN SOCIAL FESTIVAL 2012 A BOLOGNA DAL 2 AL 5 MAGGIO PER MOBILITÀ ECO-COMPATIBILE

Tags: ,

AMBIENTE – IL BOOM DEL PIL DEI PAESI ‘BRIC’ OTTENUTO DEPREDANDO RISORSE

Posted on 29 marzo 2012 by redazione

La crescita a due cifre del Pil dei cosiddetti ‘Brics’ negli ultimi anni cala di molto se si prende in considerazione il consumo di risorse naturali. Lo affermano le cifre preliminari del primo ‘Inclusive Wealth Report’, che l’Unep presenterà alla conferenza di Rio il prossimo giugno e che tenterà di trovare misure ‘alternativè al Pil per descrivere il benessere delle nazioni. Secondo i numeri presentati India e Brasile, a fronte di una crescita del Pil tra il 1990 e il 2008 rispettivamente del 120 e del 34%, hanno visto i propri ‘asset naturalì, dalle foreste ai minerali ai combustibili fossili, calare del 31% e del 46%. Il risultato finale, secondo il nuovo ‘indicatore del benesserè messo a punto da 17 ricercatori di sei paesi, è che la crescita è stata molto più modesta nello stesso periodo, del 3% per il Brasile e del 9% per l’India: «Il lavoro in Brasile e India illustra perchè il Pil è inadeguato come indice del progresso economico – spiega Anantha Duraiappah, direttore del programma per l’università delle Nazioni Unite – un paese potrebbe esaurire completamente tutte le sue risorse naturali mantenendo un Pil positivo. Serve un indicatore che stimi il benessere umano e naturale, oltre che quello manifatturiero». Le cifre non sono buone neanche per un paese come l’Australia, che a fronte di un aumento del Pil ha un indicatore del benessere addirittura negativo. Il rapporto completo conterrà i calcoli per 20 nazioni, tra cui Usa, Cina e Germania, che insieme rappresentano il 56% della popolazione mondiale e il 72% del Pil.

Commenti disabilitati su AMBIENTE – IL BOOM DEL PIL DEI PAESI ‘BRIC’ OTTENUTO DEPREDANDO RISORSE

Tags: , , , , , , , , ,

Il Tasso di estinzione delle specie “È ora mille volte più alto in Trentino”

Posted on 08 settembre 2011 by redazione

Gli esperti di “Climaticamente” indicano precise responsabilità dell’uomo

L’attuale tasso di estinzione delle specie nel mondo, così come registrato dall’Unione internazionale conservazione della natura, è attualmente 1.000 volte più alto di quello naturale. Il dato è emerso a Trento nell’ambito di «Climatica… mente cambiando – Trentino Clima 2011», la settimana di eventi voluta dalla Provincia autonoma di Trento per parlare di Clima.

A rischio estinzione sono una specie di uccelli su otto, una specie di mammiferi su quattro, una su quattro anche di conifere, una su tre di specie anfibie. Tra le cause di estinzione al primo posto vi è comunque sempre l’uomo, ancora prima che i cambiamenti climatici. Peraltro l’innalzamento delle temperature è causa della migrazione di alcune specie alcune delle quali ampliano il loro areale di diffusione.

Arrivano anche specie aliene, che prima frequentavano altri habitat: il caso forse più macroscopico – e fastidioso – è quello della zanzara Tigre, che ormai ha invaso anche il Trentino. I fattori che concorrono a generare maggiori rischi di estinzione alla fauna, e anche alla flora – hanno spiegato a Trento gli esperti -, sono molteplici. Al primo posto vi è il cambiamento di uso dei suoli, che impatta anche sulla distribuzione della fauna alpina.

Fra le specie oggetto di studio in Trentino la pernice bianca e la lucertola vivipara sono entrambe emblematiche delle dinamiche che l’ecosistema alpino sta conoscendo. La pernice bianca, ad esempio, è un «lascito» delle glaciazioni e vive solo nelle principali catene montuose (Alpi e Pirenei). Dai primi studi è emerso che la specie ha un buon grado di diversità genetica che dovrebbe consentirle di adattarsi più facilmente agli effetti dei mutamenti climatici. Maè l’habitat in cui vive ad essere danneggiato, a causa dello sfruttamento intensivo operato dall’uomo. Preservare l’ambiente dal degrado, dunque – spiegano gli esperti -, è di fondamentale importanza per consentire a specie già sottoposte ad un notevole stress a causa dell’innalzamento delle temperature di sopravvivere.

La biodiversità è una garanzia anche nei confronti della diffusione di particolari malattie e virus, come la Tbe (Tick-borne encephalitis o encefalite da zecche), per la quale risulta determinante la densità di roditori presenti in un determinato habitat, dal momento che costituiscono la specie serbatoio del virus. Si è visto inoltre che una maggiore densità di caprioli può portare ad un aumento delle popolazioni di zecche ma può anche ridurre la circolazione del virus.

Lo studio condotto in Trentino ha modificato un recente scenario sulla diffusione del virus in Nord Italia, dimostrando che preservare l’ecosistema e la biodiversità – in particolare mantenendo alto il numero e la diversità di specie selvatiche presenti nelle aree interessate – può mitigare la circolazione del virus della Tbe mantenendo la sua diffusione entro soglie accettabili. L’ecosistema, insomma, è anche in grado di autoregolarsi.

Commenti disabilitati su Il Tasso di estinzione delle specie “È ora mille volte più alto in Trentino”

Tags: , , , , , , , ,

Moto Elettriche: dall’Olanda arriva il concept Orphirio

Posted on 27 luglio 2011 by redazione

Nuovi orizzonti per la mobilità urbana? Forse sì… fra le moto elettriche dall’Olanda arriva il concept Orphiro.

Una soluzione innovativa in termini di mobilità sostenibile, che si propone di provvedere alla riduzione delle emissioni e di contribuire in modo evidente alla lotta contro l’inquinamento dell’aria. In effetti non dobbiamo dimenticare come i veicoli elettrici da questo punto di vista sono fondamentali, per garantire la possibilità di portare avanti uno stile di vita ecosostenibile, improntato alla tutela ambientale.

L’obiettivo importante è quello di coniugare efficienza delle prestazioni e sostenibilità ambientale. Uno dei talloni di achille dei veicoli elettrici è stato, fino ad oggi, la scarsa autonomia in termini di distanze percorribili e, specialmente in Italia, l’assenza di una diffusa rete di stazioni per la ricarica delle batterie.

Fortunatamente la tecnologia compie passi in avanti sempre più decisi, e speriamo presto di poter vedere applicati a veicoli dedicati alla mobilità urbana dei dispositivi attualmente utilizzati in formula 1, come il KERS, un congegno in grado di recuperare l’energia sviluppata dal veicolo durante la frenata. Si potrebbe ipotizzare un utilizzo di tale energia per “ricaricare” le batterie durante l’uso, ma a questo penseranno gli ingegneri…

fonte: ecoo.it

Commenti disabilitati su Moto Elettriche: dall’Olanda arriva il concept Orphirio

Tags: , , , , , , , , , , ,

AMBIENTE – FUGATTI: PRESTIGIACOMO APRIRÀ TAVOLO PROGETTO ORSO DEPUTATO LEGA NORD ANNUNCIA CONFRONTO DOPO FESTA CON POLEMICHE

Posted on 07 luglio 2011 by redazione

stefania prestigiacomo

stefania prestigiacomo

Oggi ho incontrato alla Camera dei Deputati il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, che mi ha comunicato la sua intenzione di aprire nei prossimi giorni un tavolo di confronto con la provincia di Trento e gli enti interessati per approfondire gli aspetti del progetto Life Ursus» di reintroduzione dei plantigradi in Trentino. Ad affermarlo, in una nota, è l’onorevole trentino Maurizio Fugatti (Lega Nord), dopo le polemiche suscitate dall’ organizzazione di una festa locale del partito con menu a base d’orso, proprio per protestare contro la gestione di tale progetto sul territorio. «Credo sia arrivato il momento – ribadisce Fugatti – di valutare il rapporto costi-benefici di questa iniziativa e soprattutto di ascoltare le istanze delle popolazioni montane che da tempo sostengono di subire continui disagi».

Commenti disabilitati su AMBIENTE – FUGATTI: PRESTIGIACOMO APRIRÀ TAVOLO PROGETTO ORSO DEPUTATO LEGA NORD ANNUNCIA CONFRONTO DOPO FESTA CON POLEMICHE

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis