SPIAGGE: ERRANI, PRIVATIZZAZIONE DANNEGGIA TURISMO

Posted on 09 maggio 2011 by redazione

«Così si danneggia il turismo». Questo il commento del presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani al provvedimento del Governo, contenuto nel decreto per lo Sviluppo, circa la gestione delle spiagge. «Il turismo, per l’Italia e l’Emilia Romagna in particolare – sostiene Errani, intervenendo con un corsivo sul suo sito – è una delle principali risorse economiche e non può essere utilizzato per una propaganda che rischia di danneggiare l’intero settore, facendolo regredire invece che crescere». «L’ultimo esempio è la privatizzazione delle spiagge – spiega Errani – e parlo di privatizzazione, perchè parlare di diritto di superficie dato per 90 anni vuol dire esattamente questo: togliere dalla disponibilità pubblica un bene che è, appunto, di tutti».

Il tutto, sottolinea il presidente della Regione, «senza contare che si espone il Paese, ancora una volta, a un grave imbarazzo in sede europea, dato che il provvedimento del Governo tende, in realtà, ad aggirare le regole dell’Ue in tema di sfruttamento del demanio marittimo a fini turistici, tema sul quale è stata aperta una procedura di infrazione contro l’Italia».

Per Errani, insomma, si tratta di «un atto non conforme con le regole del Mercato unico europeo, ma c’è dell’altro: definire il canone, come dice il Governo, sulla base del ‘valore di mercatò rischia di mettere in grave difficoltà le imprese balneari. Perchè è evidente che aumentare in maniera esponenziale il canone vuol dire generare ricadute negative sui costi dei servizi per i turisti e per residenti».

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis