Categorized | Attualità, Primo Piano

SISMA IN EMILIA – BONIFICHE: RISCHIO SICCITÀ E 67 MLN DANNI

Posted on 05 giugno 2012 by redazione

a href=”http://www.italialive.org/wp-content/uploads/2012/06/antica-torre-dellorologio-di-Novi-di-Modena-crollata-stasera-1.jpeg”>All’emergenza per le tante persone sfollate e alla continua paura dettata dalle scosse che si susseguono ormai da 2 settimane, a 14 giorni dal primo terremoto del 20 maggio scorso, si somma adesso il timore per il rischio di siccità in seguito ai danni, stimati in 67 mln di euro agli impianti di bonifica che garantiscono irrigazione e scolo delle acque piovane al teritorio del mantovano e dell’Emilia. Il sisma – è stato spiegato nel corso di una conferenza stampa nelle sede del consorzio della bonifica Burana a Mirandola – ha colpito 6 consorzi di bonifica (Burana, Emilia centrale, Pianura di Ferrara, Renana, Terre dei Gonzaga e Canale emiliano romagnolo), lesionato 57 impianti e danneggiato 2 tra i più grandi impianti idrovori per l’allontanamento delle acque: Pilastresi del consorzio della Bonifica di Burana e Mondine del Consorzio di bonifica dell’Emilia centrale, completamente fuori servizio. Pertanto, stante anche vaste fessurazioni e smottamenti su lunghi tratti di arginature, esiste un rischio idraulico su 200 mila ettari di terreno, su 55 Comuni tra le province di Modena, Reggio Emilia, Mantova, Bologna e Ferrara e 3.500 aziende. Inoltre, è stato evidenziato nella conferenza stampa in base all’ anno Anbi e Urbe (Unione regionale delle bonifiche Emilia Romagna), potrebbe esserci un rischio siccità per 130 mila persone tra Modena, Reggio Emilia e Mantova

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis