Lavoro – ACLI: 83 Euro al giorno Medi, ma per le donne 27 in meno rispetto agli uomini

Posted on 01 settembre 2011 by redazione

La retibuzione media in Italia vale 83,2 euro lordi ma le differenze sono amplissime non solo tra le differenti posizioni lavorative (dirigenti, impiegati, operai ecc) ma anche, a fronte dello stesso impegno tra uomini e donne e tra giovani e anziani: a sottolinearlo sono le Acli nel Rapporto presentato oggi a Castel Gandolfo. In particolare si sottolinea come le donne guadagnino in media 27 euro in meno degli uomini ma anche come un giovane con meno di 19 anni impegnato nel privato prenda 38,5 euro in meno degli 83,2 medi. Tra i 20 e i 24 euro la differenza con la media delle retribuzioni nazionali si riduce a 28,5 euro arrivando a valori prossimi alla media solo intorno ai 30 anni. Il divario diventa amplissimo se si considerano le diverse posizioni nella professione: i dirigenti ricevono in media retribuzioni di 339,8 euro superiori agli 83,2 medi mentre i quadri ottengono in media 11,4 euro in più della media. Gli impiegati hanno buste paga solo leggermente superiori alla media (+5,7 euro rispetto agli 83 medi complessivi) mentre gli operai hanno paghe di 16,2 euro inferiori alla media. In fondo alla classifica ci sono gli apprendisti con retribuzioni lorde di 31,4 euro inferiori alla media. «Al di là delle ovvie componenti organizzative (ruoli, mansioni, responsabilità) – scrivono le Acli – è in atto una redistribuzione salariale dal basso verso l’alto con gli individui nei ruoli superiori che possono beneficiare di retribuzioni nettamente superiori a quelle dei colleghi con una posizione lavorativa inferiore».

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis