INCIDENTI LAVORO: PROTOCOLLO INAIL-CONFINDUSTRIA FIRMATO A PERUGIA PER PREVENZIONE E SICUREZZA

Posted on 08 giugno 2011 by redazione

«I nostri collaboratori sono il nostro patrimonio e per noi è fondamentale promuovere la prevenzione e la sicurezza nei luoghi di lavoro». Lo ha detto oggi il presidente della Confindustria provinciale di Perugia, Antonio Campanile, in occasione della firma di un protocollo di intesa con l’Inail. L’obiettivo – ha detto il direttore della sede provinciale Inail, Alessandra Ligi – è quello di «evidenziare principi e modalità che ispirino il reciproco comportamento per sostenere al meglio gli aspetti della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro». Per gli infortuni sul lavoro anche in Umbria nell’ultimo biennio si è registrata una «lieve riduzione». I dati nazionali indicano un 19 per cento anche se si deve tenere conto del fermo di alcune attività per la crisi economica. In Umbria i settori più a rischio sono l’edilizia e la meccanica, ma anche in queste aziende – sottolinea la Confindustria – ci sono stati dei progressi. Pensare ad un mondo del lavoro totalmente immune da infortuni – ha detto il presidente Campanile – è una utopia, ma quello degli «infortuni zero» deve essere sempre il comune obiettivo. Il protocollo si propone di promuovere la sicurezza nei luoghi di lavoro con corsi di formazione e con la informazione di tutti gli addetti, dall’operaio al dirigente, la lotta alla evasione contributiva per eliminare il lavoro nero, l’alleggerimento e semplificazione degli adempimenti burocratici anche sfruttando meglio i servizi on-line dell’Inail. Con benefici concreti anche per i titolari delle aziende che potranno usufruire di riduzioni nelle tariffe della assicurazione obbligatoria per gli infortuni dei loro dipendenti migliorando la prevenzione. Potranno inoltre accedere ai finanziamenti previsti per gli investimenti nella sicurezza del lavoro nelle loro aziende. A settembre – ha detto il direttore provinciale dell’Inail – per l’Umbria saranno disponibili tre milioni di euro nell’ambito del nuovo bando nazionale che ne prevede complessivamente 180. Il protocollo firmato oggi prevede anche interventi per il reinserimento lavorativo e la riqualificazione professionale dei disabili. Confindustria Perugia – ha detto il presidente Campanile – sta già operando da tempo per promuovere concretamente un nuovo «approccio mentale e culturale» sulla sicurezza del lavoro tra i suoi associati ed i loro dipendenti. Sono stati incrementati i servizi di consulenza ed è stata creata una task force che mediamente compie gratuitamente una cinquantina di chek-up all’anno presso le aziende dei suoi associati al fine di verificare la osservanza di tutte le norme antinfortunistiche. Si è puntato molto su formazione ed informazione con 25 corsi interaziendali per 600 allievi di 440 aziende. Ci sono stati anche altri 520 corsi per singole aziende con 4.000 allievi. L’impegno comune di Inail e Confindustria – è stato detto oggi – è che questo protocollo «non resti solo carta».

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis