F1: MASSA VUOLE CHIUDERE IN BELLEZZA, PROVIAMO A VINCERE GARE

Posted on 21 settembre 2011 by redazione

«Diversi anni fa dopo l’appuntamento di Monza la stagione era ormai in vista della fine. Quest’anno è abbastanza verosimile che sia così per quanto riguarda la lotta per i campionati ma ci sono ancora tante gare da disputare. Ci saranno sei Gran Premi in dieci settimane, compresa la ‘primà in India e il nostro obiettivo sarà quello di cercare di vincere qualche gara». Felipe Massa vuole chiudere in bellezza la stagione della Ferrari. Domenica a Singapore Sebastian Vettel può festeggiare il bis iridato in largo anticipo. La ‘rossà, invece, punta ad aumentare il bottino di vittorie stagionali che finora è fermo al successo di Fernando Alonso in Gran Bretagna. «Il Gran Premio di Singapore ha dei punti in comune con quello di Monaco quindi, sulla carta, il nostro pacchetto dovrebbe essere abbastanza competitivo», dice il brasiliano sul sito della Ferrari. «Dopo ci saranno le due corse consecutive in Giappone e Corea, due tracciati diversi fra loro ma che richiedono un carico aerodinamico simile. L’India sarà un punto interrogativo per tutti mentre poi andremo ad Abu Dhabi prima di chiudere sulla mia pista di casa, Interlagos», prosegue il ‘driver’ sudamericano. «Come si vede, ci attende una grande varietà di circuiti e speriamo di poter fare dei buoni risultati in ognuno di loro. Peraltro, dobbiamo tener presente che, a questo punto della stagione, lo sviluppo tecnico è orientato ormai verso la macchina 2012 quindi, a parte le componenti già progettate, non ci saranno ulteriori novità sulla 150° Italia da qui alla fine del campionato».

«A Singapore la Pirelli metterà a disposizione le mescole Soft e Supersoft cui la nostra macchina si adatta sicuramente meglio rispetto ad altre combinazioni: se ci fosse la possibilità di scegliere liberamente credo che opteremmo sempre per questa soluzione», aggiunge Massa. «Peraltro, le gomme sono soltanto parte del pacchetto quindi starà a noi cercare di tirare fuori il massimo e sfruttare ogni eventuale piccolo vantaggio che potremmo avere. A Monaco siamo andati bene quindi non ci sono motivi apparenti per cui non debba essere altrettanto qui. Sono ormai tre anni che corriamo a Singapore quindi sappiamo bene cosa aspettarci dal punto di vista della visibilità: la pista è illuminata ottimamente». «È il caldo -osserva- che rende questo weekend particolarmente difficile, uno dei più duri del campionato. Ci sono temperature elevate e c’è tanta umidità, anche se la gara inizia alle otto di sera, ed è una delle corse più lunghe e faticose: lo scorso anno siamo arrivati quasi al limite delle due ore. Ho fatto un allenamento particolarmente intenso per prepararmi nella maniera migliore per questo fine settimana».

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis