CINEMA: CORTELLESI, AGGRAVANTE ESSERE DONNA IN ITALIA

Posted on 08 aprile 2011 by redazione

«L’aggravante è essere donna», ha detto oggi l’attrice Paola Cortellesi, in un’Italia dove, ha sottolineato l’attore Luca Argentero, ‘spopolano le raccomandazionì, come accade appunto nel film in uscita oggi ‘C’è chi dice nò, di cui entrambi sono protagonisti. «Si tratta, come mostra il mio personaggio, di avere una stabilità economica, non grandi carriere. Solo i propri diritti insomma – ha detto l’attrice a Milano -. Oggi sarebbe bene che una donna che ha studiato e nella vita vuole fare qualcos’altro, oltre che la mamma, potesse farlo». ‘C’è chi dice nò del regista Giambattista Avellino racconta la lotta di tre ex compagni di scuola contro ogni forma di raccomandazione. Ad assistere questa mattina alla proiezione milanese sono stati invitati gli studenti universitari dello Iulm, proprio perchè a loro, in procinto di addentrarsi nel mondo del lavoro, il film rivolge un messaggio particolare. «Ci sono dentro tanti suggerimenti – ha spiegato il regista – ma il mio pensiero è soprattutto che non si svolta da soli, che il paese ci chiede di fare qualcosa di più». Secondo Luca Argentero, altro attore protagonista insieme a Paolo Ruffini, «il proliferare delle raccomandazioni per fare carriera non deve diventare motivo di pigrizia e non è una scusa per abbandonare la lotta».

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis