Archive | Primo Piano

Tags: , , , ,

Amerai veramente per tutta la vita?

Posted on 11 maggio 2016 by sergio

amore-eternoIn questo numero della rivista Eurtorrinonews parliamo di amore per tutta la vita, è possibile? Sicuramente molte coppie hanno vissuto la bellezza di un rapporto finito solo con la scomparsa di uno dei coniugi, matrimoni lunghissimi con nozze d’argento e poi nozze d’oro. Ma è amore eterno? Credo che, l’amore tra due persone sia meraviglioso, forse magico all’inizio, poi bisogna fare i conti con la realtà, le difficoltà, le tentazioni, le continue sollecitazioni cui siamo sottoposti. Solo un grande sentimento, una grande volontà, un immenso rispetto reciproco, un continuo ravvivare il rapporto permette di arrivare ad essere insieme per sempre viaggiatori in un tempo comunque limitato. Ma è amore eterno? Forse si.

Spesso parlando con persone anziane rimaste sole, quando parlavano del loro compagno di vita scomparso gli si accendevano gli occhi, il loro viso ringiovaniva,  sembravano ringiovanire e i ricordi raccontati erano rivissuti, come in un ologramma, reali.

Chiunque abbia calpestato questo pianeta ha cercato la propria anima gemella, quella compagna che rimane sempre, forse anche oltre la morte, le anime gemelle diventate un’anima unica, naufraghi nell’eternità.

Molti pur cercando l’anima gemella non la trovano e allora affogano la solitudine in infiniti modi diversi: tradimenti, violenza, alcool, droga, prostituzione e tanto altro. Altrimenti ci si accontenta di vivere con una compagna di viaggio durante il viaggio.

Nella dottrina cattolica è rimasta impressa una preghiera sin da bambino, “Salve Regina Madre di Misericordia”, soprattutto questa parte: “A Te ricorriamo, noi esuli figli di Eva;a Te sospiriamo, gementi e piangentii in questa valle di lacrime.Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,il frutto benedetto del Tuo seno”.

Quando guardiamo il mondo con gli occhi della fragilità e umana solitudine, forse potremmo dire:”A te amore mio aspiro, io figlio di Eva: ti ricerco in questa vita sospirando, gemendo, piangendo, senza te, questa vita è una valle di lacrime. Orsù dunque folgora il mio sgardo, appari tra la folla e rivolgi a me gli occhi tuoi colmi d’amore.  In questo freddo pianeta, esilio per la mia anima, ora la tua luce appare, insieme viaggeremo nel tempo terreno e nell’eterno riposo, anime gemelle”.

 

Commenti disabilitati su Amerai veramente per tutta la vita?

Tags: , , , , , ,

Amarsi per sempre è possibile?

Posted on 22 aprile 2016 by sergio

Richard_Burton_and_Elizabeth_TaylorEsiste l’amore eterno, indissolubile, tra coppie? Menti meravigliose hanno creato storie fantastiche, hanno cavalcato la storia, sempre attuali, come: Romeo e Giulietta, giovani e sfortunati amanti cantati da William Shakespeare; Lara e Zivago, protagonisti del romanzo di Pasternak e tante altre. Ma sono immaginarie, non reali. Nella realtà invece? Forse  l’amore turbolento  tra Liz Taylor e Richard Burton, sposati e divorziati a più riprese? Il matrimonio di folle amore tra Humprey Bogart e la bellissima Lauren Bacall?
E’ stato un grande amore quello tra la diva del cinema, poi principessa, Grace Kelly e Ranieri di Monaco?
Edoardo VIII ha abdicato per amore per amore, quando decise di sposare la divorziata Wallis Simpson è stato grande amore?

In questa puntata voglio parlare del grande amore, folle e drammatico amore tra Liz Taylor e Richard Burton.

Si sposano  la prima volta nel 1964 e sembra un matrimonio che debba durare tutta la vita, invece divorziano dopo appena dieci anni. ed ecco il colpo di teatro: si risposano il 10 ottobre 1975. Ma si risposano per amore o per pubblicità? Oppure per paura di perdere consensi nella pubblica opinione? Credo per amore, quell’amore che toglie il fiato, che rende irrequieti, folli, gelosi, uno e tutto solo con lei. Eppure il grande amore non è legame eterno, ma follia, infatti, dopo pochi mesi dopo divorzieranno per sempre.
In alcuni momenti si pecepisce quel legame così forte, così imprigionante, che si desidera rompere. Richard le scrive: «Certamente sai quanto ti amo, certamente sai quanto male ti faccio, ma il fatto è che non ci comprendiamo mai, viaggiamo su diverse lunghezze d’onda. Ma una cosa è innegabile, ti amo e ti amerò per sempre».

Esiste il dubbio di una recita continua per il pubblico, una sorta di fotoromanzo recitato sotto i riflettori della realtà. E’ invece meraviglioso credere ad un amore eterno, folle, umano, quindi pieno di contraddizioni e fragilità: quindici anni di passione travolgente, gelosie, tradimenti, liti furibonde, regali miliardari, quindici anni da esseri umani, molto fortunati!! E poi i tanti film di successo:  da  Cleopatra a International Hotel, e ancora Castelli di sabbiaChi ha paura di Virginia Woolf?I commedianti, Il dottor Faustus dello stesso Burton, La bisbetica domata di Franco Zeffirelli, La scogliera dei desideriUna faccia di c…  di Peter Ustinov, ultima pellicola del 1973, Divorzia lui divorzia lei.

con la commedia Private Lives, si chiude il sipario,un pò la loro storia, si chiude tutto con un litigio, lei abbandona le repliche per una critica di Burton.

Non si rivedranno mai più, lei ricoverata al Betty Ford Center per depressione, lui in Svizzera dove morirà pochi mesi dopo per emorragia cerebrale a soli 58 anni.

Liz confiderà dopo molti anni: «Richard è stato il più grande amore della mia vita. Ho sempre pensato che ci saremmo sposati per la terza e ultima volta. Ci siamo amati disperatamente».

Anche Liz Taylor e Richard Burton si rivolsero ad investigatori privati, persone fedeli e professionali per scoprire l’uno dell’altra. Spesso scoprire la verità aiuta a ritrovare armonia, partendo dal presupposto che il genere umano è un parziale errore| 

per scoprire il tradimento è fondamentale rivolgersi ad un’agenzia investigativa che abbia un investigatore privato professionale e di grande riservatezza.

Commenti disabilitati su Amarsi per sempre è possibile?

Tags: , , , , ,

Il governo ti uccide, digli di smettere

Posted on 29 dicembre 2015 by sergio

inquinamento-ariaSul blog di Beppe Grillo viene pubblicato il seguente articolo: “Il regalo di fine anno del governo per gli italiani è arrivato. Circola infatti una nuova bozza di decreto per la realizzazione di altri impianti di incenerimento indirizzata alla Presidenza del Consiglio dei ministri, all’ Ufficio di Gabinetto e alla Direzione generale del ministero dell’ Ambiente relativa a 9 nuovi inceneritori. Le regioni interessate sono: Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Campania, Abruzzo, Sardegna e due in Sicilia. In queste nuove regioni si dovranno bruciare 1.951.261 tonnellate di rifiuti l’ anno. Con i 40 già attivi e i sei in fase di realizzazione, in Italia il totale sarà di 55 inceneritori…” Mentre Renzi trionfante aggiunge:”Il 2015 è andato meglio del 2014, meglio delle nostre previsioni, lo dice la realtà dei fatti: è stato un buon anno, torna il segno positivo. L’Italia è fuori dalla recessione e nei prossimi anni tornerà ad avere il ruolo di leadership in Europa. Questo accadrà”. Continua snocciolando dati del Pil 2015 a +0,8%, jobs Act, Italicum e tanto altro. Poi su Glrillo dice: “Su Smog strumentalizza i morti, c’è limite alla decenza”. Ul illustre epidemiologo, Francesco Forastiere ha dichiarato su La Stampa:”In media i cittadini italiani muoiono dieci mesi prima per l’inquinamento. Dieci mesi che diventano 14 al Nord e 6 al Sud. Ci sono differenze importanti tra grandi centri e centri più piccoli, ma dipende molto dalla situazione geografica. La differenza tra Roma e Viterbo è importante, mentre nella Pianura padana l’inquinamento è più diffuso. I mesi di vita “perduti” a Roma sono 12, e soltanto 6 a Viterbo. In Val Padana, invece, non c’è grande differenza tra Milano e Monza: in tutti e due i casi i mesi di vita sottratti sono 14. Di che malattie stiamo parlando? Primo, malattie cardio e cerebrovascolari, ovvero infarto, scompenso cardiaco, aritmie e ictus. Secondo, le malattie respiratorie, come bronchite cronica e asma bronchiale. Infine il tumore, a partire dai polmoni”.  Bisognerebbe investigare meglio su tale disastro ambientale
Qual’ è effettivamente la situazione? Intanto mai era successo che l’inverno diventasse una sorta di Primavera, questo ha comportato l’aumento dello smog e delle polveri sottili. Mentre ci si preoccupa dell’italia, i ghiacciai si sciolgono, catastrofi meteorologiche si abbattono in varie parti del mondo, con una violenza impressionante. Il problema dell’inquinamento è il fallimento della politica in Italia fin dagli anni 60 e riguarda tutti: Andreotti, Berlinguer, Occhetto, D’Alema, Berlusconi,  Prodi, Ciampi, Fini, Bossi, Bersani,  Letta (zio e nipote), Renzi  e tutti gli altri. Un fallimento totale. Una politica senza senso dello STATO. Tutti parlano di inquinamento e di polveri sottili, tutti ora sono esperti. Che schifo!!! Renzi sbandiera ottimismo in un paese svenduto alle multinazionali che fanno il bello e il cattivo tempo. Renzi sbandiera ottimismo mentre le banche truffano i cittadini in modo illegale. Veniamo all’inquinamento:  gli inceneritori, come le municipalizzate, come i gioielli di Stato, sono serviti e servono a rimettere in piedi quelle famiglie cadute in disgrazia presenti prima nel salotto buono di Cuccia e in Confindustria!!! Lo stato e i politici sono divenute le stampelle delle famiglie italiane, presenti nei vari salotti e salottini di potere, che cadono in disgrazia!! L’inquinamento? I politici italiani passati e presenti andrebbero processati per strage e sapete perchè? L’Italia avrebbe dovuto puntare sul solare e cablare tutti gli edifici, diminuendo l’esposizione debitoria verso l’estero acquistando energia elettrica dalle centrali nucleari. Altra esposizione debitoria con i paesi arabi per il petrolio  e l’Est Europa per il gas. Bastava cablare le città con il solare e avremmo avuto vantaggi incommensurabili. Ma non andava fatto, perchè la classe politica agiva e continua a farlo per conto di multinazionali. L’Italia è un paese meraviglioso in mano a mediocri che continuano a distruggere il paese rendendo i cittadini sempre più pover. Ora cominciano anche a togliergli mesi di vita.

Commenti disabilitati su Il governo ti uccide, digli di smettere

Tags: , , , , , , ,

Suicidio assistito o salute assistita?

Posted on 21 dicembre 2015 by sergio

suicidio-assistitoDal Fatto quotidiano leggiamo: L’esponente radicale Cappato, annuncia che la Dominique Velati è deceduta a Berna il 15 Dicembre,  si autodenuncia, anticipando che con l’associazione ‘Sos Eutanasia’ altre persone saranno aiutate per portare a termine il suicidio assistito in Svizzera.

La defunta signora Velati, aveva un tumore al colon incurabile secondo le conoscenze della medicina ufficiale. Ma cosa è il suicidio assistito? Con suicidio assistito si intende  l’aiuto medico e amministrativo portato a un soggetto che ha deciso di morire tramite suicidio. Nel suicidio assistito,  l’atto finale di togliersi la vita – somministrandosi le sostanze necessarie in modo autonomo e volontario – è compiuto interamente dal soggetto stesso e non da soggetti terzi, che si occupano di assistere la persona per gli altri aspetti: ricovero, preparazione delle sostanze e gestione tecnica/legale . (fonte Wikipedia). Ma come avviene il suicidio assistito in Svizzera? sul sito dignitas  viene spiegato come avviene il suicidio assistito, ovviamente in Svizzera on in altri paesi ove sia possibile, in condizioni di malattie estreme e irreversibili, dopo fasi di colloqui e accertamenti della volontà del paziente, vien fornito al paziente: “Solo quando la malattia è stata dichiarata incurabile o la persona malata soffre di dolori insopportabili o accusa handicap intollerabili, DIGNITAS offre il suo accompagnamento a chi intende darsi una morte volontaria. DIGNITAS si procura il farmaco necessario, un barbiturico solubile nell’acqua potabile, che non causa dolori e agisce velocemente. Dopo averlo assunto, il paziente si addormenta nel giro di pochi minuti e passa senza sofferenza alcuna dal sonno alla morte. L’uso di un medicamento letale è permesso solo con una ricetta medica, poiché non può essere acquistato liberamente in farmacia. È dunque consigliabile trovare per tempo il medico disposto a redigere la ricetta, fermo restando che nella maggioranza dei casi i medici di famiglia acconsentono alla richiesta. Negli altri rari casi, DIGNITAS può ricorrere a medici Svizzeri indipendenti che collaborano con l’organizzazione. Solo dopo i colloqui approfonditi con il socio nel corso del quale viene accertata l’esistenza dei presupposti richiesti, il medico rilascia la ricetta a DIGNITAS.

Vorrei soffermare la vostra attenzione sul seguente presupposto: “perchè parlare di morte assistita e non di salute assistita?”. Malattie incurabili, depressione, malattie neurodegenerative, in che modo vengono affrontate dalla ricerca scientifica e dai governi mondiali? La risposta è secca: da processo simile al “processo di Norimberga”. Ho avuto contatto con il mondo della ricerca e posso assicurarvi questo: i governi non fanno nulla. Si preoccupano solo di debito sanitario, taglio di spesa pubblica, ma non si interessano assolutamente di ricerca e salute dei cittadini. Cosa resta ad un malato terminale se non la dignità di morire da persona e non da cavia? Credo che l’organizzazione mondiale della Sanità, associazione che si occupano di ricerca, alcuni baroni della ricerca, govermi e ministri della salute andrebbero processati per strage dell’umanità. Investigare soltanto guardando i numeri è terribile, disumano, bestiale, qualcosa di orrendo, quasi da lager nazisti. Le lobby del farmaco  equiparabili al genocidio nazista? Non lo so.

I numeri dei morti per cancro sono impressionanti: “Per capirlo basta un rapido sguardo ai dati diffusi in occasione della Giornata dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) delle Nazioni Unite: cresce in maniera esponenziale il numero di nuove diagnosi, fino ad arrivare ai 25 milioni di casi attesi nel mondo fra 20 anni; mentre nel 2012 i tumori hanno causato 8,2 milioni di morti, circa la metà nella fascia di età tra i 30 e i 69 anni. Dall’edizione 2014 del World Cancer Report , il documento che fornisce un quadro completo sulla malattia a livello mondiale, emerge infatti che: il cancro, come singolo fattore, rappresenta la principale causa di mortalità nel mondo, e che a livello globale l’incidenza negli ultimi 4 anni è cresciuta dell’11 per cento, con oltre 14 milioni di nuovi casi nel 2012 (vale a dire l’equivalente della popolazione di Lombardia e Piemonte unite). E nei prossimi venti anni si stima un aumento del 75 per cento dei casi di cancro nel mondo, fino a raggiungere i 25 milioni di nuove diagnosi nel 2034.”  (Fonte corriere.it) In Italia invece nel 2012 ,secondo il rapporto messo a punto da Aiom e Airtum, nel 2012 si sono registrati 364mila nuovi casi. Ma i casi sono in aumento e si parla che oggi siamo ad un caso su tre persone per nucleo familiare. Quindi se questa non è una pandemia, cos’è? Dovrebbe crearsi gruppi di ricerca coordinati a livello mondiale finanziati dai governi e non dalle multinazionali del farmaco o associazioni senza scrupoli che raccolgono fondi sfruttando il terrore delle persone. Ecco perchè ci vorrebbe un nuovo processo di Norimberga. Le malattie  neurodegenerative invece?
La demenza di Alzheimer oggi colpisce circa il 5% delle persone con più di 60 anni e in Italia si stimano circa 500mila ammalati. È la forma più comune di demenza senile, uno stato provocato da una alterazione delle funzioni cerebrali che implica serie difficoltà per il paziente nel condurre le normali attività quotidiane. La malattia colpisce la memoria e le funzioni cognitive, si ripercuote sulla capacità di parlare e di pensare ma può causare anche altri problemi fra cui stati di confusione, cambiamenti di umore e disorientamento spazio-temporale.
La demenza è una condizione che interessa dall’1 al 5 per cento della popolazione sopra i 65 anni di età, con una prevalenza che raddoppia poi ogni quattro anni, giungendo quindi a una percentuale circa del 30 per cento all’età di 80 anni. Per demenza si intende genericamente una condizione di disfunzione cronica e progressiva delle funzioni cerebrali che porta a un declino delle facoltà cognitive della persona. Nella definizione generica di “demenza” rientrano diverse malattie, alcune classificabili come demenze “primarie”, come la malattia di Alzheimer, la demenza con i corpi di Lewy, la demenza frontotemporale, e altre invece definite “secondarie”, in quanto conseguenza di altre condizioni, come ad esempio la demenza da Aids.
Le indicazioni che emergono per quanto concerne l‘osteoporosi, se proiettate alla realtà nazionale, sono abbastanza lontane da quelle fornite dalla fotografia scattata dall’ultima indagine ISTAT secondo cui si dichiara ammalato di questa patologia solo il 4,7% della popolazione totale e il 17,5% delle persone con oltre sessantacinque anni. Il risultato, invece, è piuttosto simile a quello del più recente studio epidemiologico multicentrico nazionale, ESOPO, secondo cui il 23% delle donne di oltre 40 anni e il 14% degli uomini con più di 60 anni è affetto da osteoporosi.
Ci sarebbero da aggiungere altre malattie e soprattutto la depressione: In Italia almeno 1,5 milioni di persone soffrono di depressione mentre il 10% della popolazione italiana, cioè circa 6 milioni di persone, hanno sofferto almeno una volta, nel corso della loro vita, di un episodio depressivo. Secondo le previsioni dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità, nell’ anno 2020 la depressione sarà la seconda causa di malattia, dopo le malattie cardiovascolari, in tutto il mondo, Italia compresa. 
Il problema è la salute, sconfiggendo malattie incurabili, altre insidiose che spingono le persone sull’orlo del precipizio. Ecco perchè bisogna svegliarsi e aprire gli occhi, documentarsi, capire cosa fanno le varie associazioni con i fondi loro elargiti.  Ne riparleremo.

Commenti disabilitati su Suicidio assistito o salute assistita?

Tags: , , , , ,

La burocrazia europea contro Podemos

Posted on 21 dicembre 2015 by sergio

podemos“Il risultato spagnolo, non solo condanna la quarta potenza del Continente all’ingovernabilità, ma segna una ennesima sconfitta della politica. È successo in Grecia, poi le fiammate di segno opposto in Polonia e Francia. Trema l’intero sistema..”.
I servi sciocchi del sistema finanziario-massonico, a caratteri cubitali “disinformano” i cittadini sulle elezioni spagnole. Ora il pericolo è Podemos, la frammentazione del voto in Spagna, quindi l’ingovernabilità. (secondo loro).
Come si vede dalla seguente tabella,  Podemos ha avuto il consenso di oltre 5.000.000 di cittadini spagnoli. L’affluenza al voto è stata del 73,2% molto alta, rispetto alle ultime elezioni politiche in molti paesi europei.

I burocrati Europei, la troika, la Merkel, aizzano il potere mediatico, il potere delle banche e della finanza contro Podemos, mettendo in atto il solito giochetto: borsa spagnola in ribasso, spread dei titoli in aumento e disinformazione globale.

Questa non è l’Europa dei popoli, ma l’Europa delle logge massoniche-finanziarie, con un solo intento: governo unico mondiale, rendere i popoli disperati, possibilmente affamati, con una disoccupazione a due cifre e mescolanza delle razze per dimenticare le proprie radici, le proprie origini.

Nel 2050 esisterà una razza meticcia, la razza bianca o caucasica, nei paesi occidentali sarà in via di estinzione. Un piano quello delle logge massoniche-finanziarie, contro i cittadini, le persone.

Il vento di libertà, di cambiamento, di Podemos potrà resistere a quessti maledetti burocrati, servi sciocchi del potere finanziario? Speriamo ci sia un risveglio dei cittadini europei, che sappiano opporsi ad una dittatura burocratica-finanziaria-massonica.

Quante persone sono morte per tale dittatura economica? Uccisi dai debiti, uccisi dai sicari del potere finanziario: le banche. Il potere uccide migliaia di persone per arrivare all’obiettivo finale, non gli interessa nulla della sofferenza, del dolore, della morte di migliaia di cittadini, al potere interessa una sola cosa: raggiungere il fottuto obiettivo di un governo unico e ogni stato, popolo, sia succube inerme di tale progetto massonico-finanziario.

L’unica strada democratica è ribellarsi, dando il voto a rappresentanti politici che non siano servi sciocchi del potere mafioso-massonico-finanziario. Bisognerebbe investigare sul piano finanziario massonico perpretato contro le popolazioni.

Ricordiamoci questo: quanti Miliardi di euro vengono dati alle banche dalla BCE. Sapete cosa fanno le banche con i fondi regalati ? Investono in titoli di stato, li regalano ai loro amici imprenditori falliti da decenni, i quali, grazie all’appartenenza a logge consolidate, continuano i loro sporchi affari, grazie alle banche amiche, qualche briociola arriva ai cittadini. Invece i piccoli imprenditori vengono mortificati, spesso costretti a chiudere!

 Un’azione investigativa, permetterebbe di capire quante persone sono morte per colpa delle banche e del potere finanziario. Forse, si potrebbe parlare di un nuovo olocausto, questa volta perpretato dal potere finanziario-massonico-bancario-burocratico.

Un’olocausto che comprende anche le migliaia di immigrati costretti sempre dalle stesse lobby a morire sognando il paradiso occidentale. Podemos in Spagna,  forse il Movimento 5 Stelle in Italia, sono una fioca luce in una notte tremendamente buia.

Commenti disabilitati su La burocrazia europea contro Podemos

Tags: , , ,

Terrorismo e Sicurezza in Italia

Posted on 20 dicembre 2015 by sergio

rassegna-stampaIniziamo da oggi la rassegna stampa sulle notizie pubblicate da quotidiani, elargite dai soliti media e dalle solite radio e dai soliti social media.

La circolare del capo della Polizia Pansa, d’intesa con il ministro dell’Interno, inviata  a prefetti e questori In Italia, intensifica le misure di sicurezza: “L’attuale scenario internazionale, con particolare riferimento agli episodi avvenuti in Francia, necessita di una rivisitazione delle disposizioni di sicurezza e degli obiettivi a sottoporre a vigilanza», è detto nella circolare. Il capo della polizia invita, dunque, «a promuovere urgentemente» riunioni tecniche di coordinamento per raccogliere indicazioni al fine di individuare tutti gli obiettivi sensibili.
Blindature, metal detector e videosorveglianza collegata con le sale operative delle forze investigative per gli obiettivi sensibili come edifici di culto e preghiera, scuole religiose, ma anche organi di informazione ritenuti a rischio.”

Per il ministro dell’Interno Alfano nessun Paese è a rischio zero: «Occorrono alcune revisioni del codice Schengen per rendere più blindate le frontiere esterne. Ci sarà un immagazzinamento dati che comprimerà un po’ la nostra privacy su alcuni aspetti ma è indispensabile in questo momento. Per difendere la nostra libertà, bisogna rinunciare a un pezzetto di privacy».

Gli dobbiamo credere ad Alfano?-Alfano, attuale ministro della giustizia, “viene da lontano”, dovrebbe invece dirci questo: migliaia di immigrati arrivano in Italia, accolti nei centri di accoglienza, voluti tanto dalla politica per un business incredibile. Ci sono indagini in corso che rigardano anche uomini del suo partito e ci parla di Schemgen? Basta guardare la televisione. vedere come tra le vittime di un genocidio di massa, perpetrato a danno dell’umanità , dei più poveri, indifesi, compaiono “immigrati muscolosi, ben vestiti, sicuramente infiltrati, nulla hanno a che fare con i flussi migratori. E’ sotto gli occhi di tutti che: i cosiddetti terroristi si mescolano ai poveri disperati del nuovo olocausto dell’umanità.”

Per difendere la nostra libertà, bisogna rinunciare a un pezzetto di privacy».??? – Il potere ha una fottuta paura delle masse, vuole controllarle con ogni mezzo e in ogni modo. Per questo cerca sempre mezzi e sistemi per controllare ogni attimo di vita delle persone, intercettare i loro pensieri, le loro azioni, i loro movimenti. Il grande fratello in azione!  Pensateci: cosa sono Google, facebook , i telefonini, i tablet, i computer, se non le spie del potere? Ogni azione, ogni pensiero, ogni acquisto, ogni clic, monitorato, controllato. Dicono per venderci prodotti e servizi, certo, sicuro, ma, soprattutto per controllarci. Ma non gli basta, vogliono controllare i nostri spostamenti, le nostre azioni quotidiane, allora ecco gli attentati, il terrorismo mediatico, come AL Qaeda e ora Isis con lo stato Islamico. Al primo posto del potere, subito la frase: “Per difendere la nostra libertà, bisogna rinunciare a un pezzetto di privacy”. I media foraggiati,  i commentatori, al servizio di questi potenti criminali, con la loro conoscenza del “linguaggio dei codici”, spiegano con arguzia, competenza e furbizia, cosa sta succedendo nei luoghi dell’Islam, le fazioni in lotta, come si infiltrano i terroristi e di come sia importante limitare un pò la nostra libertà…” Solo alcuni siti e alcuni giornalisti non allineati, ci parlano di una verità diversa e ve ne daremo conto.

I controlli si estendono ai seguenti luoghi sensibili:
CONTROLLO ALLE FRONTIERE: in particolare con la Francia. Sotto controllo valichi di frontiera, strade, ferrovie, porti, aeroporti.
GIUBILEO: In 200 pagine l’ordinanza che racchiude tutte le misure. Nessuna zona rossa o arancione, non ci sono zone off limits.
FORZE DELL’ORDINE PER GIUBILEO: Più di 2000 le persone impegnate di tutte le forze dell’ordine. Dovranno vigilare su oltre 1000 obiettivi sensibili, eventi considerati a rischio, autobus e metropolitane dove ci saranno agenti in borghese e in divisa. Il punto fondamentale è Piazza San Pietro.

AEREI: No Fly zone, divieto di sorvolo di ampie aree della capitale.

DUOMO E SCALA: obiettivo sensibile secondo l’intelligence statunitense.

In realtà la cosiddetta Isis e i famigerati foreign fighters (mediaticamente ineccepibile, in questo sono bravissimi!!!), se dovessero colpire in Italia, farebbero come in altri paesi, per terrorizzare la popolazione, colpirebbero: università, centri commerciali, luoghi di raduno dei giovani, eventi sportivi (non per forza il calcio), ristoranti. I loro obiettivi sono i giovani e terrorizzare la popolazione. Circola una sorta di leggenda metropolitana: Un prefetto avrebbe ordinato migliaia di bare, perchè secondo lui, sicuramente ci sarà un attentato”. Sicuramente è una balla, se non lo fosse sarebbe la conferma di come agisce il potere! Circola un’altra leggenda metropolitana: in Italia non avvengono attentati grazie alle mafie, le quali per evitare che i loro affari vadano in rovina, esercitano un controllo ferreo del territorio per evitare attentati; inoltre se proprio dovesse le armi ai terroristi devono vendergliele loro. Sicuramente balle metropolitane!

Credo che in Italia non avvengono attentati per due motivi:

a) i servizi di sicurezza: l’intelligens italiana è una delle migliori del mondo per le capacità individuali e per i senso del dovere.  Questo è il vero valore aggiunto di molti investigatori italiani: senso del dovere e capacità individuali.

b) le forze dell’odine: le migliori in assoluto perchè abituate ad essere messe in discussione, offese, umiliate dalla politica dei mafiosi. Sono una delle migliori del mondo, perchè ogni investigatore fa la differenza con l’impegno e le capacità personali.

c) L’Italia è un paese accogliente, inoltre utile ai terroristi per i loro spostamenti, per i flussi migratori e la possibilità di nascondersi nei centri di accoglienza.

Certo i folli sono presenti ovunque!

Commenti disabilitati su Terrorismo e Sicurezza in Italia

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis