BCE: CGIA, RATA MUTUO FAMIGLIE ITALIANE AUMENTERÀ DI 132 EURO

Posted on 07 aprile 2011 by redazione

Gli incrementi maggiori si registreranno a Pescara, Cagliari, Roma e Sassari

«Il rialzo del costo del denaro interesserà 2.233.000 famiglie italiane titolari di un mutuo casa a tasso variabile. L’aumento medio per famiglia della rata su base annua, sarà di 132,4 euro. Le famiglie più colpite saranno quelle del Centrosud: in particolare quelle residenti nella provincia di Pescara (+207,7 euro), di Cagliari (+ 204,9 euro), di Roma (+203,4 euro), di Sassari (+ 201,6 euro) e Napoli (+198,7 euro). Le meno investite dagli aumenti, invece, saranno le famiglie che risiedono nelle nuove province sarde: Carbonia- Iglesias (+29,7 euro), Medio Campidano (+23 euro) e Ogliastra (+15 euro)». Sono questi, secondo la Cgia di Mestre, gli effetti economici che peseranno sui bilanci delle famiglie italiane dopo la decisone della Bce di aumentare di un quarto di punto il tasso ufficiale di sconto. «Effetti -fa notare il segretario della Cgia di Mestre Giuseppe Bortolussi- che non tengono conto di ulteriori eventuali aumenti del costo del denaro che potrebbero essere applicati a livello locale dagli istituti bancari». Ritornando ai dati, la Cgia di Mestre fa notare che «su 3.350.000 famiglie italiane con un mutuo casa, circa due su tre hanno in essere un mutuo a tasso variabile, e quindi saranno interessate dal provvedimento. Attualmente, la rata media a livello nazionale è pari a 713,8 euro che, con l’aumento medio di 132,4 euro, porterà la rata media annua a pesare sui portafogli delle famiglie italiane per 724,8 euro». «Gli aumenti più consistenti -conclude Bortolussi- si avranno nelle realtà territoriali dove sono maggiori i livelli di insolvenza e la dimensione media del mutuo per l’acquisto dell’abitazione».

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis