AMY WINEHOUSE: ULTIMA NOTTE TRASCORSA A SUONARE TAMBURI, UNA LITE CON IL FIDANZATO TRA LE PROBABILI CAUSE DELLA MORTE

Posted on 25 luglio 2011 by redazione

Amy Winehouse avrebbe trascorso la sua ultima notte da sola, guardando video e suonando tamburi per due ore in camera da letto, spingendo i vicini a lamentarsi per il rumore e a credere stesse facendo una festa. Secondo quanto riporta oggi l’Independent, la guardia del corpo della star dirà alla polizia che la Winehouse era da sola venerdì notte. Sabato mattina, intorno alle 10, la guardia ha controllato e la cantante stava dormendo e nella sua casa non sembrava fosse accaduto nulla fuori dall’ordinario. Intorno alle 16 la guardia è tornata, ha constatato che la star non respirava e ha subito chiamato l’ambulanza. La versione fornita dall’Independent sarebbe in apparente contraddizione con quanto sostenuto da diversi tabloid secondo i quali la cantante avrebbe assunto droghe per diverse ore prima della morte.

Amy Winehouse avrebbe ripreso a drogarsi perchè aveva litigato con il fidanzato, il regista Reg Traviss, con il quale usciva dal giugno scorso. Il diverbio sarebbe nato dopo che Traviss l’aveva trovata al telefono con l’ex marito Blake Fielder-Civil, condannato a due anni e otto mesi di carcere per furto con scasso. «Reg aveva scoperto che Amy e Blake si erano parlati e si era arrabbiato. I due hanno litigato e Reg l’ha lasciata», ha detto una fonte al Daily Mirror secondo la quale da allora la cantante era entrata in una spirale autodistruttiva. «Lei ha ricominciato a bere sempre più whisky – prima del suo disastroso concerto in Serbia aveva condiviso nove bottiglie di Jack Daniels – e ha iniziato a giocare una roulette russa con la propria vita. Si stava bucando e aveva intrapreso una missione autodistruttiva. La paura è che abbia deliberatamente preso troppa droga perchè non le importava più di vivere», ha raccontato la fonte. Secondo Alex Foden, il parrucchiere amico della Winehouse e autore della sua inconfondibile acconciatura, la star «sapeva» che sarebbe morta a 27 anni, unendosi al ‘club dei 27’ dei musicisti celebri morti a quell’età. «Amy mi diceva sempre di credere che sarebbe diventata un membro del club dei 27. Il fatto che abbia portato a termine i suoi piani mi spezza il cuore».

Comments are closed.

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis