Archive | marzo, 2012

Tags: , ,

LAVORO – LO PSICOLOGO: “MEMORIA DEL PC INTASATA DA VECCHIE MAIL? È UN BISOGNO DI RASSICURAZIONE”

Posted on 29 marzo 2012 by redazione

Se avete la memoria del pc aziendale intasata da migliaia di email, più che l’ansia di tutela professionale, è uno spasmodico desiderio di rassicurazione di natura strettamente personale ad assalirvi. Non ha dubbi Alfio Cascioli, docente di psicologia del lavoro e tra i più grandi esperti di motivazione personale, che con LABITALIA parla del ‘digital hoarder’, ovvero l’accumulatore digitale. «Siamo in presenza – spiega – di un soggetto che accumula email e documenti, nel proprio pc aziendale, senza magari saperne il reale motivo». «Sicuramente – ammette – è un tipo di comportamento che si presta a molte interpretazioni riconducibili però a due aspetti fondamentali: uno di natura oggettiva, l’altro soggettiv,. Dal primo punto di vista, l’individuo-lavoratore che accumula materiale digitale ricevuto è alla ricerca di rassicurazioni sul proprio passato, su quello che ha fatto». «I rapporti nelle aziende, soprattutto nelle grandi realtà come le multinazionali, sono diventati sempre più evanescenti – sostiene Cascioli – e sono molti i dipendenti che reagiscono a questo fenomeno con un sentimento che li fa sentire numeri piuttosto che soggetti attivi in una struttura organizzativa aziendale».

Commenti disabilitati su LAVORO – LO PSICOLOGO: “MEMORIA DEL PC INTASATA DA VECCHIE MAIL? È UN BISOGNO DI RASSICURAZIONE”

Tags: ,

AMBIENTE – IL BOOM DEL PIL DEI PAESI ‘BRIC’ OTTENUTO DEPREDANDO RISORSE

Posted on 29 marzo 2012 by redazione

La crescita a due cifre del Pil dei cosiddetti ‘Brics’ negli ultimi anni cala di molto se si prende in considerazione il consumo di risorse naturali. Lo affermano le cifre preliminari del primo ‘Inclusive Wealth Report’, che l’Unep presenterà alla conferenza di Rio il prossimo giugno e che tenterà di trovare misure ‘alternativè al Pil per descrivere il benessere delle nazioni. Secondo i numeri presentati India e Brasile, a fronte di una crescita del Pil tra il 1990 e il 2008 rispettivamente del 120 e del 34%, hanno visto i propri ‘asset naturalì, dalle foreste ai minerali ai combustibili fossili, calare del 31% e del 46%. Il risultato finale, secondo il nuovo ‘indicatore del benesserè messo a punto da 17 ricercatori di sei paesi, è che la crescita è stata molto più modesta nello stesso periodo, del 3% per il Brasile e del 9% per l’India: «Il lavoro in Brasile e India illustra perchè il Pil è inadeguato come indice del progresso economico – spiega Anantha Duraiappah, direttore del programma per l’università delle Nazioni Unite – un paese potrebbe esaurire completamente tutte le sue risorse naturali mantenendo un Pil positivo. Serve un indicatore che stimi il benessere umano e naturale, oltre che quello manifatturiero». Le cifre non sono buone neanche per un paese come l’Australia, che a fronte di un aumento del Pil ha un indicatore del benessere addirittura negativo. Il rapporto completo conterrà i calcoli per 20 nazioni, tra cui Usa, Cina e Germania, che insieme rappresentano il 56% della popolazione mondiale e il 72% del Pil.

Commenti disabilitati su AMBIENTE – IL BOOM DEL PIL DEI PAESI ‘BRIC’ OTTENUTO DEPREDANDO RISORSE

LAVORO: PEZZOTTA, SERVE REINTEGRO E NON SOLO INDENNIZZO

Posted on 28 marzo 2012 by redazione

«È una questione di ragionevolezza». Ha risposto cos Savino Pezzotta, deputato Udc, ad Agorà su Rai3 alla domanda sull’art. 18 per cui se un lavoratore viene licenziato per motivi economici non basta solo l’indennizzo ma serve anche il reintegro. «La norma sui licenziamenti economici non sta in piedi – ha aggiunto Pezzotta – perché se c’è uno che ha fatto il furbo perché deve pagare il lavoratore? Non c’è solo la questione dei soldi se vengo licenziato, in quel provvedimento c’è che bisogna dare solo dei soldi, e questo non basta. E poi dire che in Italia non si possa licenziare è una balla».

Commenti disabilitati su LAVORO: PEZZOTTA, SERVE REINTEGRO E NON SOLO INDENNIZZO

ISTAT: A MARZO SALE FIDUCIA MANIFATTURIERO, SCENDE COSTRUZIONI

Posted on 28 marzo 2012 by redazione

A marzo 2012 l’indice destagionalizzato del clima di fiducia del settore manifatturiero sale a 92,1 (dal 91,7 di febbraio). È invece in calo l’indice destagionalizzato del clima di fiducia delle imprese di costruzione, che a marzo scende a 81,8 (82,6 a febbraio). Lo rileva l’Istat.

Commenti disabilitati su ISTAT: A MARZO SALE FIDUCIA MANIFATTURIERO, SCENDE COSTRUZIONI

Tags: , ,

FECONDAZIONE: 4.000 COPPIE VANNO ALL’ESTERO, METÀ PER TECNICHE NON VIETATE IN ITALIA

Posted on 28 marzo 2012 by redazione

Non si ferma il turismo della provetta. Nel 2011 circa 4.000 coppie italiane hanno varcato i confini per coronare il desiderio di avere un bambino sottoponendosi a trattamenti di procreazione assistita. Più di 2.000 sono andate all’estero per la fecondazione eterologa, che prevede il ricorso a un donatore esterno alla coppia ed è vietata nel nostro Paese. Ma altrettante hanno fatto la valigia per ottenere trattamenti che possono essere eseguiti anche in Italia. A fotografare il fenomeno è la quarta indagine dell’Osservatorio sul turismo procreativo, presentata questa mattina a Roma. In attesa della pronuncia della Corte Costituzionale sul divieto di fecondazione eterologa fissato dalla legge 40, prevista per fine maggio, gli aspiranti genitori vanno all’estero soprattutto per questo trattamento. Le mete più gettonate si confermano la Spagna, dove circa 950 pazienti italiani si sono rivolti a otto centri per la donazione di gameti, maschili e femminili, e di embrioni; la Svizzera (630) e Repubblica Ceca (204). Ma in questi Paesi i nostri connazionali vanno anche per sottoporsi a trattamenti omologhi, permessi dalla legge 40 e che, dunque, potrebbero ricevere anche in Italia. Perchè partire allora? L’indagine ha risposto a questa domanda analizzando i forum dedicati all’argomento dai principali siti delle associazioni di pazienti. Ebbene, a spingere le coppie a fare le valigie è innanzitutto la confusione sulla legge 40: «non capisco cosa è permesso e cosa no in Italia, quindi vado all’estero», si potrebbe sintetizzare.

Commenti disabilitati su FECONDAZIONE: 4.000 COPPIE VANNO ALL’ESTERO, METÀ PER TECNICHE NON VIETATE IN ITALIA

Tags: , ,

F1 – BRIATORE: “IN MALESIA UNA DELLE PIÙ BELLE GARE DI ALONSO, QUESTA È LA FORMULA UNO CHE CI PIACE”

Posted on 26 marzo 2012 by redazione

a href=”http://www.italialive.org/wp-content/uploads/2012/03/alonso-ferrari-sepang-malesia-massa-cut1332749104175.jpeg”>«Questa è la Formula 1 che ci piace. Quando è il pilota che fa la differenza e non la macchina. Sono questi i Gp che la gente vuol vedere e non un campionato dove conta solo l’aerodinamica». Parole in versi targate Flavio Briatore che, a 24 ore dal trionfo Ferrari in Malesia, esalta l’impresa del ‘suò Fernando Alonso. «Credo che questa in Malesia sia una delle sue più belle gare. I primi otto giri sotto la pioggia sono stati da manuale, lì ha fatto la differenza. Ieri Alonso è stato un mostro, ha fatto una corsa che deve entrare nell’antologia della Formula 1. A Sepang hanno sbagliato un pò tutti, l’unico che non ha fatto errori è stato lo spagnolo. Gare come quella di ieri servono a far riavvicinare i giovani alla Formula 1». «La Ferrari – aggiunge ai microfoni di Gr Parlamento il manager italiano e scopritore di Alonso – aveva bisogno di una vittoria che è arrivata al momento giusto. A Maranello devono fare uno step importante sull’asciutto, hanno un secondo di differenza che è difficile da recuperare. Dovranno fare degli upgrade in vista delle gare europee e speriamo che quelli della Rossa siano migliori di quelli che faranno gli altri». Poi Briatore affronta anche il capitolo Felipe Massa in chiara difficoltà dall’inizio della stagione e al centro di indiscrezioni su un possibile taglio già nel corso della stagione: «non penso che sia un problema attuale, in qualifica era a soli due-tre decimi da Alonso e ci sta. Devono restare tutti uniti. Non è Massa il problema della Ferrari, Perez – ha aggiunto Briatore a proposito del possibile sostituto di Massa – ha fatto una gara. L’anno scorso non aveva impressionato nessuno, deve dimostrare di essere un pilota Ferrari. Ora alla Ferrari devono solo lavorare per migliorare la vettura». Infine il manager italiano elogia le Pirelli: «sulle gomme Pirelli non c’è più da dir niente, è un fatto consolidato. Si possono fare solo i complimenti»

Commenti disabilitati su F1 – BRIATORE: “IN MALESIA UNA DELLE PIÙ BELLE GARE DI ALONSO, QUESTA È LA FORMULA UNO CHE CI PIACE”

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis