Archive | gennaio, 2011

Tags: , , , , , , ,

Risposta del ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta alla lettera inviata dalle organizzazioni sindacali ANAAO ASSOMED, FIMMG, CIMO-ASMD, AAROI-EMAC, FVM, CISL MEDICI, FASSID, INTESA SINDACALE (CISL MEDICI-CGIL MEDICI-SIMET-SUMAI) e SMI

Posted on 31 gennaio 2011 by redazione

“Non posso che esprimere piena soddisfazione per i risultati raggiunti in questi mesi relativamente alla procedura di trasmissione online dei certificati di malattia dei dipendenti pubblici e privati. I dati INPS indicano infatti che, a dieci mesi dall’avvio del nuovo sistema, sono stati complessivamente inviati telematicamente quasi 4 milioni di documenti, di cui circa 400mila solo nell’ultima settima. Stando alle ultime informazioni, il flusso medio giornaliero a regime si va attestando su un valore medio di oltre 70mila, con una punta odierna di 105mila unità. Il sistema è, dunque, pressoché a regime.

Grazie al contributo fattivo dei medici, ai quali va il mio apprezzamento per l’impegno, l’abnegazione e l’atteggiamento costruttivo, questo dato ci porta ad un livello di eccellenza in Europa per quanto riguarda i processi di digitalizzazione nel settore della sanità e ci induce a guardare con ottimismo ai prossimi passi da compiere, soprattutto tenendo conto dei grandi benefici che derivano dall’applicazione delle nuove tecnologie digitali all’intero comparto della salute.

L’innovazione porta significativi vantaggi per i cittadini-pazienti che, se malati, sono finalmente svincolati da pratiche burocratiche: basti soltanto pensare che è superiore a 50 milioni il numero di certificati di malattia che ogni anno i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) inviano ai propri datori di lavoro. Rilevanti i vantaggi anche per i medici, i quali, grazie alle nuove tecnologie, possono beneficiare di uno snellimento e di una velocizzazione delle operazioni a loro carico. Il tutto con evidenti effetti positivi sul bilancio dello Stato, specie se si considera che l’introduzione delle tecnologie ICT nella sanità (ricette e certificati di malattia digitali, fascicolo sanitario elettronico, prenotazioni di prestazioni online con pagamenti e refertazione digitale, telemedicina) può generare un impatto positivo in termini di risparmio stimato pari a 12,4 miliardi di euro (pari all’11,7% dell’intera spesa del Servizio Sanitario Nazionale). In questa prospettiva serve dare vita a una vera e propria “alleanza per l’innovazione”, così che tutte le diverse parti coinvolte in questo processo di modernizzazione lavorino assieme per identificare nuovi investimenti, nuove azioni formative, nuove iniziative di comunicazione volte a tradurre in realtà le potenzialità offerte dall’innovazione.

Quanto al tema delle sanzioni, timori e paure non hanno ragion d’essere: già da ora le norme prevedono che l’eventuale sanzione abbia luogo solo in caso di “colpa esplicita”, come chiarito dalla Circolare n. 2 DFP/DDI del 28-09-2010 del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione che ha fornito indicazioni e chiarimenti per l’applicazione della nuova procedura. Sarà in ogni caso cura del mio Ministero assicurare un attento monitoraggio circa le procedure e i meccanismi di applicazione di quanto previsto, così da evitare il rischio di ingiustificati atteggiamenti punitivi. A questo riguardo ho chiesto agli enti preposti di valutare con il massimo dell’attenzione, della trasparenza e della flessibilità, l’intera tematica delle sanzioni. Su questo specifico punto ho dato mandato ai miei uffici di predisporre una apposita circolare interpretativa.

Sono comunque disponibile ad ogni ulteriore approfondimento di tutta la strategia di implementazione dell’ICT nel nostro sistema sanitario anche attraverso un incontro da tenersi al più presto”.

Commenti disabilitati su Risposta del ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta alla lettera inviata dalle organizzazioni sindacali ANAAO ASSOMED, FIMMG, CIMO-ASMD, AAROI-EMAC, FVM, CISL MEDICI, FASSID, INTESA SINDACALE (CISL MEDICI-CGIL MEDICI-SIMET-SUMAI) e SMI

Tags: , , , , , , ,

Visita del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano alla mostra “I due Imperi – L’aquila e il dragone” a Palazzo Venezia di Roma.

Posted on 31 gennaio 2011 by redazione

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è recato oggiAggiungi un appuntamento per oggi in visita a Palazzo Venezia, sede della mostra “I due Imperi. L’Aquila e il Dragone” che, con l’esposizione di oltre 400 capolavori italiani e cinesi, ricostruisce le tappe e i momenti salienti del sorgere e dello sviluppo dei due imperi romano e cinesi, dal II secolo a.c al IV d.c., mettendo in luce aspetti della vita quotidiana, della società, del culto e dell’economia.

All’evento organizzato dall’Ambasciata cinese erano presenti, oltre all’ambasciatore della Cina in Italia, Ding Wei, il Sottosegretario ai Beni Culturali, Francesco Maria Giro, il Capo di Gabinetto, Salvatore Nastasi, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, il Direttore Generale per la Valorizzazione del patrimonio culturale, Mario Resca, e la padrona di casa la Sovrintendente del Polo Museale Romano, Rossella Vodret.

Durante la visita, il Direttore Generale per la Valorizzazione Mario Resca, ha mostrato al Presidente Napolitano il celebre balcone che affaccia su Piazza Venezia, aperto per l’occasione per dare luce alla splendida Sala del Mappamondo che ospita alcuni dei più pregiati pezzi della mostra.

“Si tratta di una grande cavalcata nella storia – dichiara il sottosegretario Francesco Maria Giro – in grado di accomunare i due più importanti Imperi, quello romano e le dinastie cinesi Qin e Han nel periodo che va dal II secolo a.C al IV secolo d.C. L’accordo, suggellato tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e lo State Administration for Cultural Heritage della Repubblica Popolare Cinese, porterà – oltre al una serie di manifestazioni che si snoderanno durante l’anno della Cultura Cinese in tutta la penisola – alla creazione di un ambizioso progetto di musealizzazione in piazza Tien An Men che esporterà all’estero il nostro prestigioso patrimonio storico – culturale”

“Siamo molto contenti – aggiunge Mario Resca – che il Presidente Napolitano abbia voluto visitare questa mostra che suggella gli splendidi rapporti non solo culturali tra Italia e Cina. Grazie alla collaborazione con tutte le Istituzioni stiamo rafforzando gli scambi interculturali e di amicizia tra i nostri popoli nell’ottica di una strategia di promozione turistico-commerciale, asse importante su cui deve puntare il nostro Paese. Sempre in questa ottica, tra pochi giorni si festeggerà, anche in Italia il capodanno Cinese. Nella notte tra il 2 e il 3 febbraio si entrerà nell’anno del Coniglio: molte piazze italiane saranno animate da spettacolari giochi pirotecnici, e spettacoli della tradizione cinese, come la danza del dragone e dei tamburi. Invitiamo tutti i nostri concittadini a partecipare a questa manifestazione per scoprire da vicino il fascino di questo popolo sempre più vicino all’Occidente.”

La visita si inserisce nel contesto dell’Anno Culturale della Cina in Italia, e a pochi mesi dalla firma di uno storico accordo tra i due Paesi che prevede l’istituzione di un partenariato pluriennale finalizzato allo scambio di mostre e collezioni museali, all’organizzazione e coproduzione di progetti espositivi.

Commenti disabilitati su Visita del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano alla mostra “I due Imperi – L’aquila e il dragone” a Palazzo Venezia di Roma.

Tags: , , , , , , , , ,

Valle del Sacco – Milana: “Occorre monitoraggio costante per prevenire rischi per la salute e per il nascente parco”

Posted on 31 gennaio 2011 by redazione

“C’è bisogno di un’accelerazione nel sistema dei controlli per evitare che, su situazioni così delicate, si intervenga quando potrebbe essere troppo tardi”. Lo dichiara l’Eurodeputato del Pd, Guido Milana, commentando l’ennesimo allarme ambientale che arriva dalla Valle del Sacco. Milana è grande conoscitore di quei territori in cui, in questi giorni, si registra un’inspiegabile moria di numerosi capi di bestiame a causa, come conferma anche il Ministero alla salute, di “una contaminazione del territorio che sta portando a una situazione grave per gli animali, ma anche per tutta la filiera alimentare”, potenzialmente anche per l’uomo.

“L’intera area – afferma l’eurodeputato del Pd – ha bisogno di un monitoraggio costante da portare avanti utilizzando gli strumenti giusti e, per far questo, è la Regione Lazio che deve individuare le risorse necessarie. Non è assolutamente possibile, infatti, che soltanto nel momento in cui un povero agnello muore ci si renda conto che esso si stava avvelenando pian piano. Una situazione inaccettabile anche perché, se i tempi fossero stati diversi, gli stessi agnelli ce li saremmo magari ritrovati a Pasqua su qualche tavola, con la conseguenza di trasferire quei veleni nella catena alimentare umana. Un rischio che va assolutamente scongiurato”.

“Tutto ciò – conclude Milana – assume carattere di assoluta urgenza se si considera che, ad appena qualche chilometro di distanza, dal mese di aprile ogni giorno arriveranno decine di migliaia di persone per il nuovo parco dei divertimenti e l’idea che possano frequentare trovare un ambiente in condizioni simili a quello dei poveri agnelli è davvero inquietante”.

Commenti disabilitati su Valle del Sacco – Milana: “Occorre monitoraggio costante per prevenire rischi per la salute e per il nascente parco”

Tags: , , , , , , ,

La proposta di Berlusconi a Bersani è una grande opportunità per il paese

Posted on 31 gennaio 2011 by redazione

“La grande intesa bipartisan per lo sviluppo del paese proposta da Berlusconi a Bersani è una grande opportunità per il paese che il Pd, ma anche le forze sociali, da Confindustria al Sindacato, dovrebbero cogliere se davvero, come hanno detto recentemente in ogni occasione, considerano la crescita economica la priorità per il sistema-Italia.

“Un accordo davvero “nazionale” capace di innescare una vigorosa ripresa dell’economia, da discutere con l’opposizione parlamentare, è un’offerta che non può essere sottovalutata né disattesa.

“Non raccogliere questa opportunità di dialogo rappresenterebbe la conferma che la sinistra ha scelto di abdicare al proprio ruolo politico nell’attesa vana di un “golpe” giudiziario contro Berlusconi, ma anche contro la volontà popolare espressa dagli italiani alle elezioni”.

Commenti disabilitati su La proposta di Berlusconi a Bersani è una grande opportunità per il paese

Tags: , , , , , , , ,

Consiglio Affari Esteri Ue: Frattini, in Egitto vanno aiutate un’ordinata transizione e libere elezioni

Posted on 31 gennaio 2011 by redazione

“Credo che l’Europa e la Comunità internazionale debbano aiutare l’Egitto a trovare una sua strada verso libere elezioni, che si svolgeranno presto e diranno chi sarà il prescelto dagli egiziani”.

Lo ha detto il Ministro Franco Frattini che partecipa al Consiglio degli Affari Esteri Ue a Bruxelles dove si discute della crisi in Egitto. Il compito della comunità internazionale – ha sottolineato Frattini – è ora quello di “sostenere un’ordinata transizione” in Egitto.

“Credo che l’Italia come ha sempre fatto e farà oggi l’Unione europea, debba sostenere un’ordinata transizione che al tempo stesso tenga conto delle legittime aspirazioni del popolo egiziano ad avere più democrazia e diritti e contemporaneamente contrastare ogni fenomeno di violenza e di deriva islamista radicale.”

Commenti disabilitati su Consiglio Affari Esteri Ue: Frattini, in Egitto vanno aiutate un’ordinata transizione e libere elezioni

Tags: , , , , , , , , ,

Federalismo Municipale – Fantoni (ANCI): Nuove aliquote per la cedolare secca, il Governo ha le idee poco chiare

Posted on 27 gennaio 2011 by redazione

Il Delegato ANCI alle politiche abitative: ‘’Una pietra tombale per il canale concordato’’
‘’Si apprende che il Governo ha rivisto nuovamente le aliquote della cosiddetta Cedolare Secca. La nuova versione proposta prevede due aliquote: 21% per i canoni da affitto a libero mercato e il 19% per i canoni concordati’’. E’ quanto dichiara Claudio Fantoni, Delegato ANCI alle politiche abitative.
‘’Se questa dovesse essere la versione definitiva insieme ad un’altra serie di indiscrezioni – aggiunge – ci troveremmo, ancora una volta, di fronte ad una misura inadeguata in riferimento all’urgenza di predisporre quegli incentivi, piu’ volte richiesti, in favore del canale concordato, quello che consente in molte citta’ ad alta tensione abitativa, la possibilita’ per molte famiglie di pagare un canone sostenibile’’.
‘’Ribadiamo dunque l’esigenza di prevedere una maggiore differenziazione tra le due aliquote e la necessita’ di costituire un Fondo espressamente dedicato all’incentivazione del canale concordato che preveda garanzie in favore dei proprietari, quali possibili morosita’ e danni agli alloggi locati e di conseguenza vantaggi per gli inquilini, chiamati a pagare un affitto ridotto. Questa e’ l’occasione per fare qualcosa di utile in favore del disagio di centinaia di migliaia di famiglie in grave difficolta’ a causa dell’elevato costo degli affitti. Non farlo, a questo punto – conclude Fantoni – sarebbe omissione di soccorso’’.

Commenti disabilitati su Federalismo Municipale – Fantoni (ANCI): Nuove aliquote per la cedolare secca, il Governo ha le idee poco chiare

Advertise Here
Advertise Here

RELATED SITES

antivirus gratis